Monte Motola

Il Monte Motola (in comune tra i territori di Piaggine e Sacco) raggiunge la ragguardevole altezza di 1.700 m e si staglia di fronte al massiccio del Cervati, tra la Sella di Corticato (1.026 mt) che guarda verso il Vallo di Diano e le bellissime sorgenti del torrente Sammaro (nei pressi di Sacco).
Il massiccio del Monte Motola vede anche le cime del Monte Vivo (1.538 mt) sulle cui falde si trova l'antica cappella della Madonna dell'Assunta, posta a 1.239 mt, poi l'anticima del Motola a 1.667 mt e poi la punta a 1.700 mt.
I due crinali del massiccio hanno caratteristiche differenti: quello meridionale (che guarda verso il Cervati) è meno articolato e più brullo e roccioso, quello settentrionale è ricoperto di boschi misti di latifoglie, che diventano solo faggi alle sommità.
Notevole è anche la presenza di esemplari autoctoni di abeti bianchi, anche di grandi dimensioni.
L'origine del nome potrebbe derivare dal pre-romano motta ("elevazione del terreno") oppure dal latino mutulu ("cima o albero mozzo").

Nessun commento

inserisci il tuo commento


invia un commento
generic image
Digita i caratteri visualizzati nell'immagine
   
© 2011 Itinerario della cultura, delle tradizioni e delle risorse ambientali di Piaggine / Credits / Copyright immagini e testi   Valid XHTML 1.0 Strict   CSS Valido!